Skip to content

Valentina Vetturi

Valentina Vetturi (Reggio Calabria, Italia, 1979) è una ricercatrice, artista e performer.

Valentina Vetturi arte: al confine tra presenza e assenza

L’artista lavora sul rapporto tra performance, scrittura e memoria, oltre la dimensione personale e alla ricerca di possibilità visive inaspettate. Un lungo processo di preparazione è all’origine delle opere di Valentina Vetturi, la cui forma finale, dalla scena teatrale alla performance quotidiana su un treno pendolare, dal racconto sonoro alla scrittura come segno, esclude qualsiasi cornice linguistica data. Le voci e i personaggi che popolano le sue performance e installazioni sono veicoli di frammenti di realtà in apparenza molto distanti tra loro. Hacker, ghostwriters, direttori d’orchestra (in mancanza di orchestra), i ricordi sonori di malati di Alzheimer, essi si muovono al confine tra presenza e assenza, interpreti invisibili del mondo che ci circonda.

Mostre più importanti

Le sue opere sono state esposte in mostre collettive e personali in spazi, come: Orchestra. Studio # 3, Teatro Comunale di Bologna, Italia (2020); Noorlandsoperan, Umea, Svezia (2018); ALL’APERTO, Fondazione Zegna, Torino, Italia (2017); Quadrennial 16, Roma, Italia; Point Perf, Ginevra, Svizzera (2016); Museo MACRO, Roma, Italia (2015); Museo MAXXI, Roma, Italia; Tranzit.ro, Bucarest, Romania (2014); Istituto Svizzero di Roma, Roma (2013); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, Italia; Viafarini, Milano, Italia (2012).

Mostre correlate

Non sono state trovate mostre correlate

Articoli correlati

Non sono stati trovati articoli correlati