Skip to content

Borondo

Gonzalo Borondo (Valladolid, 1989) è tra gli urban artists più conosciuti a livello internazionale e i suoi singolari interventi pubblici sono visibili in tutto il mondo.

Borondo arte: un vero pittore del nostro tempo

Cresciuto a Segovia, in seguito si è trasferito a Madrid rafforzando il suo rapporto con i graffiti. Ha studiato all’Accademia di Belle Arti a Roma e a Madrid, dove ha conosciuto il pittore Jose Garcia Herranz che lo ha avvicinato ai grandi maestri della pittura. Mescolando installazione e graffiti Borondo si avvicina alla Street Art e allo spazio pubblico in modo innovativo. L’artista ha sviluppato il suo linguaggio artistico sperimentando diverse tecniche, come la pittura ad olio, il carbone e la tempera e utilizzando una varietà di supporti: dalle balle di fieno, alle finestre, alle facciate su larga scala. Oggi è famoso per la sua tecnica unica di graffiare il vetro. Borondo, un vero pittore del nostro tempo, si avvicina ai suoi soggetti, spesso figure umane, con un modo espressionista, potente e poetico.

Mostre più importanti

Borondo ha esposto in mostre personali a Roma, Madrid, Parigi e Londra e ha partecipato a numerosi festival di Street Art come Urban Nation (Berlino, 2016), Mural Social Club (Kiev, 2016 ), Muro-Festival de Arte Urbana LX_2016 (Lisbona, 2016) e Outdoor festival (Roma, 2012).

Nel 2018 ha realizzato Non Plus Ultra, un’installazione per l’omonima mostra in collaborazione con il MACRO, in cui il pubblico ha potuto assistere al processo creativo dell’artista, che ha serigrafato cinquantadue lastre di vetro.

Mostre correlate

2501, Atomo, Borondo, BR1, C215, Max Rippon, Sam3, Sten Lex, Edoardo Tresoldi
Milano
dal 30 giugno al 31 luglio 2015
dal martedì al sabato, 11 - 19

Articoli correlati

Non sono stati trovati articoli correlati