Skip to content

Invader

Invader: biografia

Invader, street artist conosciuto a livello internazionale, è nato a Parigi nel 1969 e ancora oggi trascorre le sue giornate nella capitale francese quando non è alle prese con le sue waves (ondate, così chiama le sue invasioni) in giro per il mondo.

Invader: stile

Invader si è ispirato ai personaggi alieni di Arcade Game Space Invaders, gioco online simbolo della sua generazione, per creare un suo stile unico. Per riprodurre i pixel della grafica 8 bit del videogioco, lo street artist usa piastrelle di ceramica rievocando l’antica tecnica del mosaico. I soggetti delle sue opere sono inizialmente Space Invaders, i personaggi del videogioco, ma nel corso degli anni il repertorio si è ampliato fino a riprodurre la Pantera Rosa a Parigi o gli imperatori Giustiano e Teodora a Ravenna.

Invader: il progetto Spaces Invaders

Dopo aver studiato a Parigi all’École des Beaux-Arts, nel 1998 sviluppa Space Invaders, un progetto su larga scala. La sua missione? Invadere quante più città possibili e portare nel mondo reale le sue creature pixellate!

Invader ha installato il suo primo mosaico a Parigi, ma ad oggi le sue opere di Street Art possono essere viste in oltre 65 città in 33 Paesi differenti dagli Stati Uniti all’Australia, sott’acqua e nello Spazio. Dal 2015, infatti, un suo mosaico è andato in orbita a bordo di una navicella spaziale!

Invader agisce sempre mascherato e nell’anonimato, ma c’è una piccola parte del suo lavoro che chiama 1% legal che consiste in commissioni pubbliche da parte di musei, città o privati. Un esempio? Il mosaico sulla facciata dell’ospedale Salpêtrière di Parigi o lo Space Invader all’ingresso del Daejeon Museum of Art in Sud Corea.

Invader: QR Codes

Nel 2008 la nuova tecnologia del QR Code aiuta Invader a sviluppare una nuova serie di Space Invaders: composti da piastrelle bianche e nere. Questi mosaici nascondono immagini, video o frasi che possono essere decifrate solo con uno smartphone.

Invader: Rubikcubism

Invader è un artista instancabile e la sua esplorazione del legame tra pixel e mosaici nel 2005 approda nel Rubikcubism: un nuovo movimento da lui creato! Invader realizza opere composte solamente con Cubi di Rubik che vengono assemblati su una tavola di supporto.

Le opere sono suddivise in tre serie:

  • Bad Men, ritratti di cattivi famosi che occupano un posto nella storia
  • Low Fidelity, copertine dei suoi dieci album musicali preferiti
  • Masterpieces, omaggi ai grandi maestri dell’arte. Di quest’ultima serie di Invader, Mona Lisa ne è sicuramente l’opera più iconica.

Invader: guide e mappe

Dal 2003, Invader ha periodicamente ideato delle Invasion guides ovvero guide che raccontano la storia dell’invasione di una città, molto famose sono quelle di Roma e Ravenna.

L’Invasione di Roma è stata la prima in Italia ed è stata possibile grazie alla galleria Wunderkammern che ha collaborato con l’artista nella realizzazione del progetto.

Per tenere traccia di tutti i suoi interventi ha creato anche delle mappe e soprattutto l’app FlashInvaders: una vera caccia al tesoro per i suoi fan.

Invader: mostre

Invader ha tenuto personali in gallerie d’arte a Parigi, Osaka, Melbourne, Los Angeles, New York, Londra e Roma. Ha esposto in musei prestigiosi in tutto il mondo tra cui il Musée en Herbe di Parigi (2017), la HOCA Foundation di Hong Kong (2015), il MOCA di Los Angeles (2011) e il Borusan Center for Culture and Arts di Istanbul (2003).

Nel 1998, l’artista ha compiuto un’invasione con dieci Space Invaders al Louvre, diventando così l’unico artista vivente esposto nel museo.

Mostre correlate

Invader
Roma
Dal 23 ottobre fino al 21 dicembre 2010
dal lunedì al giovedì, 17 – 20

Articoli correlati

Invasion Cote d'Azur credits Invader
Bentornati street art lovers! Siete riusciti a seguire l’artista Invader nella sua ultima invasione? Giovedì 19 agosto un post insolito è apparso sul suo profilo Instagram @invaderwashere: Gioco a premi 📸: Sabato 21, vai in una qualsiasi spiaggia della Costa Azzurra tra Marsiglia e Cannes e fissa il mare. Se riesci ad avvistare la mia...
Space Invader Roma
Vi abbiamo già parlato delle opere di Invader e dei suoi “hacking” all’interno della città. Ecco, oggi vi vogliamo parlare di una delle sue “invasioni” a Roma nel 2010, dove ha disseminato la capitale di immagini pixellate. Nell’estate del 2010 iniziano ad apparire i primi mosaici. Prima 2, 3 nel centro storico poi sempre di...
Shepard Fairey OBEY Google Arts and Culture
In questo nuovo articolo vogliamo raccontarvi di una piattaforma molto particolare di cui avrete già sicuramente sentito parlare: Google Arts and Culture! Google Arts and Culture nasce nel 2001 ed è un vastissimo archivio virtuale di immagini di opere d’arte in altissima risoluzione. Queste opere sono custodite nei più importanti musei del mondo, ma vengono...