Skip to content

Paolo Buggiani

Paolo Buggiani (Castelfiorentino, Firenze, 1933) è un artista italiano riconosciuto a livello internazionale per le sue installazioni di sculture di fuoco.

Paolo Buggiani arte: dalla Toscana a Roma, da Parigi a New York

Nato nel cuore della Toscana, nei primi anni cinquanta si trasferisce a Roma, dove arricchisce i suoi studi in Arte Contemporanea. All’età di 22 anni ha partecipato al concorso nazionale Incontri della Gioventù in cui ha vinto il primo posto con il pittore Romagnoni. Poco dopo è stato invitato al 1 ° Salone d’Estate insieme a trentuno altri artisti dell’Avanguardia romana, tra cui: Accardi Burri, Cagli Capogrossi, Colla Franchina, Mannucci, Mirko Novelli, Perilli, Rotella Tot, Turcato e Uncini. Buggiani è stato accettato nel gruppo anche se la maggior parte degli artisti aveva 20 anni ed era già affermata. Nel 1956 Buggiani realizza la sua prima mostra personale alla galleria Schneider di Roma presentata da Corrado Cagli. Giunto a Parigi nel 1958, durante il soggiorno Buggiani conosce Severini, Matta, Victor Brauner e Vilfredo Lam che lo presentarono alla galleria Glasier-Cordiè dove realizza una mostra personale.

Si trasferisce a New York nel 1962 e nel 1968 riceve la Guggenheim Fellowship for Sculpture in America per i suoi esperimenti con un nuovo metodo di scultura chiamato Vacuum Forming System. Rientrato in Italia nel maggio 1968, rimane attivo sia a Roma che a Milano.

Lo stile di Buggiani

Inizialmente le opere di Buggiani includevano Scultura Effimera in movimento, fuoco (come arte performativa e installazione), Dipinti sulla Realtà (paesaggi fotografati attraverso un vetro dipinto) e Arte Indossabile (tute dipinte a mano), insieme alle ricerche sul concetto di tempo in relazione all’arte.

Buggiani torna a New York nel 1978 ed è in questo periodo che iniziano le sue ricerche sui Rettili Meccanici e la Mitologia Urbana. Questi elementi collocati nel contesto urbano lo hanno reso uno dei membri più importanti della Street Art, insieme a Keith Haring, Richard Hambleton, Ken Hiratsuka, Linus Coraggio e R.V. (Robin Vanarsdol). Dal 1979 divide il suo tempo tra New York e il borgo medievale di Isola Farnese a Roma.

Mostre correlate

Paolo Buggiani, Tomaso Binga, Keith Haring, Richard Hambleton, Ken Hiratsuka
Roma
Dal 2 dicembre 2017 fino al 24 febbraio 2018
Dal martedì al sabato, 16- 19

Articoli correlati

Non sono stati trovati articoli correlati